Come lavoro

Il percorso terapeutico è l’incontro tra due persone che lavorano insieme per costruire nuove possibilità

Nel mio lavoro clinico utilizzo strumenti che derivano dall’approccio Costruttivista il quale considera le persone come costruttori di significati: ognuno di noi, sulla base delle proprie esperienze, attribuisce agli eventi significati personali. Nel corso della vita, quindi, sviluppiamo un sistema di significati che guida il nostro movimento nel mondo, definisce le strade che percorriamo e lungo le quali scegliamo di orientare la nostra esistenza.

Può accadere che il sistema di significati che abbiamo sempre utilizzato per muoverci nel mondo e nelle nostre relazioni si blocchi, non ci permetta più di comprendere noi stessi e ciò che ci circonda ed è possibile che ci si senta in ansia, persi, disorientati, bloccati, senza speranza, privi di certezze, affaticati, smarriti o con un generale senso di malessere difficile da tradurre in parole. 

Quando si avverte questo blocco del movimento lo scopo della terapia è quello di consentire alla persona di elaborare attivamente il proprio sistema di significati, individuare dove è avvenuto il blocco e costruire nuove traiettorie di movimento. Durante i nostri incontri daremo un senso alle difficoltà e ai vissuti dolorosi: costruiremo e ri-costruiremo insieme le esperienze vissute dando valore alle emozioni provate e dando voce ai bisogni e desideri non ancora espressi o ascoltati.

E’ così che paziente e terapeuta, lavorando insieme “a quattro mani”, costruiscono un’alternativa allo stato di malessere: al termine del percorso stare bene diventa un’alternativa percorribile.

Nella mia esperienza professionale ho potuto osservare come spesso è proprio nei momenti di crisi che si è maggiormente disposti a cogliere l’opportunità del cambiamento.

A seconda della situazione vengono proposti:

Via Pinamonte da Brembate, 1/D – Bergamo (BG) | telefono: 340.5065258 | Mail: piccoli.sabrina@outlook.it